Sono sempre più diffuse nel nostro territorio le fattorie didattiche. Si tratta di aziende agricole che organizzano, a integrazione del normale lavoro, anche attività educative “attive” per bambini e ragazzi.
Per diventare fattoria didattica è necessario rispettare alcuni parametri.


In Toscana la legge 30/2003 e la legge 4/2014 hanno disciplinato l’esercizio delle fattorie didattiche e prevedono una adeguata formazione professionale da parte dell’imprenditore agricolo e di un suo coadiuvante familiare o un suo preposto incaricato che devono avere, tra i requisiti un attestato di frequenza rilasciato a seguito di un percorso di formazione obbligatoria per operatore di fattoria didattica.
Il percorso formativo, perché possa essere considerato valido, deve essere obbligatoriamente organizzato tramite Agenzie Formative accreditate dalla Regione Toscana e articolato in 7 unità formative per un ammontare complessivo di 58 ore.
Tale attestato è ritenuto essenziale per poter presentare la Dichiarazione Unica Aziendale presso il Sistema informatico di Artea e la successiva SCIA presso lo sportello unico delle attività produttive del Comune o dell’Ente delegato.