I nostri articoli

La Corte di Cassazione (sentenza 40746 del 7 settembre 2016) è tornata nei giorni scorsi a esprimersi sulla condotta abnorme del lavoratore in caso di infortunio e la conseguente responsabilità del datore di lavoro.

Il fatto: un lavoratore è sul cestello della gru e nel far manovra entra in contatto con i cavi della linea elettrica a 20mila volt; ne rimane folgorato e muore.

Il Garante per la Privacy ha dato alcune prime indicazioni relative al nuovo regolamento (REG. CE 679/2016).

Innanzitutto, sono necessarie competenze specifiche. Esperienza comprovata, conoscenza della normativa  e delle procedure amministrative che caratterizzano il settore di riferimento: gli attestati formali non sono necessari.

È di una settimana fa la firma del decreto interministeriale che introduce l’obbligo di indicazione dell’origine del riso e del grano per la pasta in etichetta.

In breve, le novità sono le seguenti.

L’utilizzo corretto delle attrezzature di lavoro è al centro di una recente sentenza della Corte di Cassazione.

Un operaio di una cooperativa in appalto si procura gravi lesioni a seguito di uno scontro tra carrelli elevatori in un magazzino di movimentazione merci.

Il lavoro in quota è l’attività che espone il lavoratore a rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore ai 2 metri rispetto a piano stabile.

55032 - Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Via Pascoli, 34
tel. 0583 644144 - fax 0583 641333

55100 - San Michele in Escheto Lucca
Via Martiri di Liggeri, 10
P.I. 01550770463

web developed by conceptio: software house