I nostri articoli

E’ stato modificato – con legge 125 del 30.10.2013 – l’articolo 71 del Testo Unico 81/2008 “sulla salute e sicurezza sul lavoro”.
In particolare, la novità riguarda il comma 11 e la verifica periodica delle attrezzature di lavoro.

Le disposizioni normative introdotte dall’Accordo Stato-Regioni del 16.01.2003, recepito dalla Regione Toscana con Legge Regionale 8/2006 e successivo Regolamento di attuazione 23/R/2010, stabiliscono che
• le piscine poste in esercizio dopo il 20.03.2010 devono adeguarsi a quanto previsto dalle suddette leggi;
• le piscine già in esercizio al 20.03.2010, in virtù della legge n. 81/2012, possono adeguarsi entro il 20.03.2014.

La normativa (art. 3 L.R. 8/2006) distingue tra piscine – di proprietà pubblica o privata – destinate a un’utenza pubblica e piscine facenti parti di condomini e destinate a un uso privato. Nella prima categoria si distinguono ulteriormente le seguenti categorie:
a) piscine pubbliche e piscine private aperte al pubblico;
b) piscine private ad uso colettivo (quelle inserite in strutture adibite, in via principale, alle altre attività ricettive: alberghi, campeggi, strutture agrituristiche e simili, nonché quelle al servizio di collettività, palestre o simili, accessibili ai soli ospiti, clienti, soci della struttura stessa);
c) impianti finalizzati al gioco acquatico

Dunque, chi è titolare di un albergo o di un agriturismo o di un’altra struttura ricettiva che mette a disposizione dei propri clienti una piscina deve dotarsi di un documento contenente:

• valutazione del rischio per la salute e l’incolumità dei bagnanti
• requisiti tecnico-funzionali dell’impianto
• registro degli interventi di manutenzione
• registro dei controlli operati in vasca
• regolamento interno della piscina
• registro delle analisi delle acque

Inoltre, devono dotarsi di

  •  responsabile della piscina
  •  addetto agli impianti tecnologici

Le figure di responsabile e addetto possono essere riconducibili anche alla solita persona: devono essere formate con specifico percorso disciplinato dalla legge regionale. Tale adempimento è già in vigore e la mancanza delle figure e della loro formazione è già sanzionabile.

Partirà il 7 novembre il "Corso responsabile piscine / addetto agli impianti tecnologici" organizzato da TecnoAmbiente.
Di seguito, il calendario dettagliato del corso della durata di 38 ore con gli argomenti trattati.

Si avvicina una scadenza importante per tutta una serie di attività.

In una sua recente pronuncia, la Corte di Cassazione definisce meglio il ruolo e le responsabilità – anche penali – della figura di RSPP (Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione), che gestisce e coordina le attività di servizio di prevenzione e protezione dei rischi.

55032 - Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Via Pascoli, 34
tel. 0583 644144 - fax 0583 641333

55100 - San Michele in Escheto Lucca
Via Martiri di Liggeri, 10
P.I. 01550770463

50019 - Sesto Fiorentino - Firenze
Via di Pratignone, 11/Interno 16
P.I. 01550770463

web developed by conceptio: software house